Salvataggio in mare a La Salata

Baywatch_Salvataggio-LaSalataAlle 18.00 di mercoledì 18 luglio, Ida Scaramuzzino, 18enne bagnina dell’Associazione Baywatch, durante il suo turno di pattugliamento della spiaggia La Salata, ha soccorso un uomo in difficoltà che, nonostante gli sforzi, non riusciva a ritornare a riva a causa del mare mosso

Ida non ha perso tempo e si è subito tuffata per raggiungere l’uomo. Accertate le difficoltà del bagnante, grazie all’ausilio del rescue can (lo strumento di salvataggio chiamato comunemente baywatch) lo ha riportato sulla battigia.

Grande gioia per il cinquantenne Vito Fiore, questo il suo nome, e dei presenti in spiaggia. “Mi hai salvato la vita, senza di te non sarei mai riuscito a ritornare a riva”, le prime parole di Vito dopo il salvataggio. Fortunatamente solo un po’ di spavento ma nessuna conseguenza per l’uomo.

“Siamo molto felici – le parole del consigliere comunale Piero Innocenti, promotore del progetto Spiagge Sicure – di riuscire anche quest’anno a garantire la sicurezza e la tranquillità dei bagnanti sulle spiagge della nostra Bisceglie”.

“Ci auguriamo – conclude Innocenti – di estendere il servizio dell’Associazione Baywatch anche ad altre spiagge, come ad esempio la Prima e la Seconda, per rendere davvero la litoranea biscegliese sicura per cittadini e turisti. Per far questo però sono necessari nuovi sponsor e il sostegno da parte di tutti”.

Precedente Bisceglie: i bagnini tornano sulle spiagge libere Successivo Baywatch, mattinata a Salsello con i ragazzi di Villa Giulia