Progetto Spiagge sicure: arrivederci al prossimo anno

Baywatch_foto2Anche quest’anno, con l’arrivo di settembre, va in archivio il progetto Spiagge sicure, ideato e voluto dall’Associazione Baywatch e realizzato in collaborazione con la Capitaneria di Porto e con il patrocinio del Comune di Bisceglie.

Nei mesi estivi più caldi, luglio e agosto, i bagnini dell’ASD Baywatch, tutti in possesso di brevetto per il salvataggio e di attestato Basic Life Support per il primo soccorso, hanno presidiato quattro spiagge libere biscegliesi: Seconda Spiaggia, Conca dei Monaci, Salsello e La Salata. Dalle loro torrette di guardia hanno vigilato sulla sicurezza delle migliaia di bagnanti che si sono avvicendati sulla litoranea della nostra città.

Complimenti all’Associazione. Anche quest’anno – sono le parole del sindaco Francesco Spina –  hanno garantito la sicurezza dei bagnanti e hanno salvato persone. Bisceglie continua a offrire servizi gratuiti per i cittadini, qualificando la propria offerta turistica”.

Due mesi davvero ricchi e impegnativi per i giovani della Baywatch. Non solo assistenza ai bagnanti (alcuni interventi salva-vita in mare ma anche centinaia di medicazioni per tagli ed escoriazioni), ma anche impegno sociale e attenzione all’integrazione. Solo alcuni esempi: sulla spiaggia La Salata l’installazione di una scala in acciaio per favorire l’ingresso in acqua; sulla Seconda spiaggia la collaborazione con la ludoteca Ambarabà e la scuola di ciclismo Ludobike nel progetto Estate e sport che ha visto anche la partecipazione bella e attiva di ragazzi autistici; la presenza tra i bagnini di Rashid, giovane immigrato del Benin, ospite della struttura di accoglienza Villa San Giuseppe; la partecipazione al meeting “Muovere il mondo – Giovani e Territorio”, organizzato da Unesco e Pro Loco UNPLI Bisceglie per le associazioni che sono riuscite a dare spazio, voce, fiducia ai giovani del territorio.

Il progetto Spiagge sicure rappresenta inoltre un vanto per la città di Bisceglie: l’Associazione Baywatch è stata infatti la prima in Italia ad aver promosso la presenza di bagnini di salvataggio sulle spiagge libere e non attrezzate, gratuitamente. E ancora, il progetto ha permesso di dare lavoro per i mesi estivi a circa 30 ragazzi, assicurati e con regolare contratto.

Per il terzo anno consecutivo – ha commentato Asia Innocenti, presidente dell’Associazioneci siamo adoperati per la tutela dei bagnanti sulle spiagge libere della nostra Bisceglie. Lavoreremo molto anche nei prossimi mesi per ampliare il progetto e riuscire un giorno ad avere una spiaggia per i disabili. Il nostro grazie va soprattutto agli sponsor che hanno reso possibile questo servizio così importante per i cittadini e all’Amministrazione comunale che fin dall’inizio ha sostenuto l’iniziativa”.

Precedente Salvataggio in mare a Salsello Successivo L'Associazione Baywatch ringrazia